Posted by on novembre 26, 2016

TaskUpper utilizza il termine di proposte nella prima fase di approccio tra gli interlocutori (inteso come mettersi d’accordo), facilitandolo solo tecnicamente e gratuitamente con l’invio di una o più email contenenti la prima o successive bozza di “proposte”, per “favorire accordi” che possano essere oggetto della definitiva stesura di un contratto (essere d’accordo), sancito di fatto dall’accettazione del Buyer tramite invio della somma pattuita e l’inizio lavori da parte del Seller.

Il termine “Accordo” viene anche utilizzato e descritto nella fase di “discussione” (nel senso di cercare un accordo), per facilitare il confronto tra le parti a conclusione della fornitura di prodotti, servizi, prestazione, in virtù della possibile insoddifazione delle condizioni poste in essere nel contratto frutto di accordi.

Riportiamo quanto di seguito in termini di norme e giurisprudenza relativo al temine accordo, premettendo l’uso corrente in contesti diversi.
Ci sembrava nota dovuta al fine di riportare l’uso che ne venga fatto nel sito di TaskUpper, che in parte ricalca l’ampia definizione legale del termine Accordo:

L’accordo consiste in una dichiarazione specifica, sottoscritta che contiene la volontà di concludere un determinato contratto.

Il codice civile dopo aver indicato l’accordo delle parti tra i requisiti del contratto ex art.1325, lo disciplina dettagliatamente negli art. 1326-1342 che compongono la sezione rubricata “Dell’accordo delle parti”. Si ha un accordo quando due o più persone manifestano reciprocamente le proprie volontà, e queste sono dirette allo stesso scopo.

Con l’accordo il contratto è stipulato o concluso. Se però si tratta di un contratto formale o di un contratto reale, il momento della conclusione, a partire dal quale si producono gli effetti, è successivo all’accordo: se è formale, occorre che l’accordo sia manifestato nella forma che la legge richiede (ad es. la forma scritta per il contratto di compravendita immobiliare); se è reale, occorre che sia consegnata la cosa o iniziato il lavoro (es: creazione di un programma), inzio erogazione di un servizio.

I modi in cui si può formare l’accordo sono molteplici, ma tutti riconducibili a questo schema semplice: vi è una proposta, da parte di una persona e diretta a un’altra, seguita poi da un’accettazione, da parte del destinatario della proposta e diretta al proponente. La proposta è effettivamente tale se contiene la regolazione di tutti gli aspetti rilevanti dell’operazione economica che il contratto realizza. Proposta ed accettazione sono dichiarazioni di volontà unilaterali.

L’accettazione è effettivamente tale se è conforme alla proposta; in caso contrario essa non ha l’effetto di concludere il contratto, ma ha invece il valore di nuova controproposta. L’accordo generalmente si perfeziona quando chi ha fatto la proposta ha notizia dell’accettazione della medesima o comunque quando l’accettazione giunge all’indirizzo del proponente, secondo il combinato disposto degli artt. 1326, co.1 e 1335 c.c. La mancanza d’accordo determina la nullità del contratto (secondo parte della dottrina si parlerebbe, più propriamente, di inesistenza). L’accordo, visto come unione di volontà può non essere stabile, ciò accade quando una delle volontà era affetta da vizi.

Gradimento:
  1. negoziazione - TaskUpper - […] attività di scambio informativa ad approcci progressivi ed intermedi preventivi , processo d’accordo, tesa a generare appagamento degli interessi…
  2. contratto - TaskUpper - […] contratto, per la definizione dell’articolo 1321 del Codice Civile è l’accordo tra le parti per costituire, regolare od estinguere tra…
  3. Le Fasi • TaskUpper - […] — Accordo […]
  4. Escrow • TaskUpper - […] parti nella fase di negoziazione, con accordi in modo autonomo, convengono tra loro l’oggetto oltre alla “condizione di […]
  5. TaskUpper (cosa è) • TaskUpper - […] parti nella fase di negoziazione, con accordi in modo autonomo, convengono tra loro l’oggetto oltre alla “condizione di […]
  6. Come funziona • TaskUpper - […] sono le circostanze in cui due parti tra di loro a secondo di accordi intercorsi arrivino a definire un…
  7. Proposte • TaskUpper - […] arrivare a trovare d’accordo due parti (Buyer e Seller) al fine di sottoscrivere un contratto è spesso necessario produrre una…
  8. Modelli Contratto • TaskUpper - […] non è gratuito. TaskUpper se ne fa solo segnalatore supportandone i formati nei processi d’accordo della […]
  9. Discussione • TaskUpper - […] le proposte d’accordo non trovino consenso reciproco da parte del Buyer e Seller si determina il passaggio alla fase di…
  10. Mediatore • TaskUpper - […] e accettati in fase di codifica su TaskUpper da Buyer e Seller, al fine di proporre e trovare accordo…
  11. Arbitro • TaskUpper - […] , chiamato a redimere un un contenzioso tra Buyer e Seller che non abbia trovato soluzione o accordo tra…
  12. Istituto Pagamento • TaskUpper - […] l’arbitrato o gli accordi tra le parti concordate in Discussione e Mediazione, dispongano in modo diverso con totale o…
  13. Oggetto • TaskUpper - […] L’oggetto del contratto costituisce la descrizione degli accordi intercorsi. […]
  14. Esito • TaskUpper - […] contratto tra le controparti , buyer e seller, determina l’oggetto degli accordi già concordati con la negoziazione, definendone importo…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: